Cover Storyin evidenzaDaniela Di Cosmo Adv, questione di carattere

https://www.promotionmagazine.it/wp/wp-content/uploads/2021/09/foto-apertura-sito_low2.png

Per Daniela Di Cosmo i brand sono come individui. la sua agenzia situata nel cuore della dannunziana Pescara ne studia la biografia applicando uno speciale mix di rigore analitico e creatività. Facendone emergere il glifo: la loro cifra unica e iconica, insieme alla loro identità tutta da raccontare e valorizzare.

We save the brand. Così recita il claim dell’agenzia di comunicazione pescarese Daniela Di Cosmo Adv. Più che un claim, una vera e propria dichiarazione d’intenti, chiarificatrice del posizionamento di questa realtà che si prefigge di aiutare le aziende a esprimere tutte le loro potenzialità. Una mission, questa, che Daniela Di Cosmo Adv ha impresso sui suoi strumenti di comunicazione digitali e, ancor prima, sulla propria pelle: quella della titolare Daniela Di Cosmo e del suo team, che sul sito danieladicosmoadv.com si presentano con il volto e il corpo ricoperti di glifi, simboli ancestrali d’identità e di comunicazione, ossia i valori cardine dell’agenzia.

Daniela Di Cosmo owner dell’agenzia omonima

“Mettiamo al centro la marca – sottolinea Daniela Di Cosmo – e la facciamo dialogare con il mercato attraverso la costruzione del suo universo valoriale. Siamo il ponte tra chi produce/vende e chi sceglie/acquista traducendo il beneficio in corretta visione strategica, trasformando il bisogno in buona capacità tattica e sommando le idee chiare a una efficace capacità narrativa”. Ed è proprio la capacità narrativa la cifra che caratterizza Daniela Di Cosmo Adv, nata 21 anni fa grazie alla visione della titolare, appunto. “Le mie attitudini professionali – racconta Di Cosmo – si sono manifestate inizialmente sulla carta stampata, dove ho mosso i primi passi come giornalista pubblicista. La capacità di entrare nella notizia, enfatizzare il dettaglio e raccontarlo ha sicuramente allenato la mia capacità di ideare ‘attacchi’ che funzionavano sui giornali e poi claim accattivanti per la comunicazione di un brand. Ma sono stati i miei studi umanistici che mi hanno insegnato a riconoscere i segni forti dai quali le storie si sviluppano quasi da sole”.

Non stupisce che la capacità di lettura dei fenomeni e la sensibilità nel trasformarli in segno grafico siano i requisiti che Di Cosmo cerca maggiormente nei suoi collaboratori. Anche la composizione anagrafica della sua squadra risponde a questa esigenza primaria: “Il mondo gira veloce, quindi ho assunto recentemente giovani risorse, in modo da interpretare con maggior precisione e affinità anche il linguaggio della generazione Z, e disporre di un team che consenta di relazionarsi con tutti i target”. Un ulteriore prezioso alleato nell’interpretazione dello scenario comunicativo è l’interesse che Daniela Di Cosmo nutre per il mondo della moda, che consente di intercettare trend e tendenze: “Sono una fashion victim e l’universo della moda è sempre stato per me una grande fonte d’ispirazione. Anni fa questa mia passione mi procurò anche un importante cliente, Sixty, per il quale curai le campagne internazionali del brand Refrigiwear”.

Targettizzazione, misurabilità ingaggio e fedeltà attraverso progetti che hanno un tocco di aurea dannunziana

Creatività e capacità di strutturare strategie per far emergere la marca e distinguerla sono gli elementi che hanno consentito a Daniela Di Cosmo di farsi notare in poco tempo da alcuni grandi clienti che gravitano nell’area del centro Italia, come Fater, Acraf, Soffass e Angelini, dei quali l’agenzia ha saputo conquistarsi la fiducia arrivando a gestire attività sempre più differenziate e su più canali. Per Lines l’agenzia di Pescara ha realizzato il packaging della line up Lines Specialist, Lady e Protection facendo valere la sua capacità d’insight e introspezione nel carattere di un brand e nel messaggio che questo ha da comunicare. “Ogni prodotto a scaffale – sottolinea Daniela Di Cosmo- deve trasferire al cliente finale informazioni di valore, ma anche emozioni e personalità. Ci piace dire che ci rapportiamo ai brand come a un essere che vive, un universo valoriale del quale ricostruiamo la biografia e lo stato di salute mediante un processo simile all’anamnesi, con l’obiettivo di fare emergere la personalità, l’identità e l’equità, decisiva per dare impulso e maggiore consapevolezza ai responsabili d’acquisto, oggi sempre più attenti e informati”.

Il settore dell’home & personal care è sicuramente stato la palestra dove Daniela Di Cosmo ha allenato i suoi muscoli creativi, operando sia con l’industria sia con il retail.

Per la catena di negozi specializzati “Acqua & Sapone”, gruppo Cesar, la sua agenzia ha inaugurato una strategia identificata dal target, la famiglia, raccontandola attraverso storie illustrate di vita quotidiana e di utilizzo dei prodotti in vendita: “La collaborazione con gli specializzati della convenienza, nel centro Italia – racconta la titolare – è cominciata nel 2003, quando eravamo ancora una piccola agenzia e l’insegna era nella sua prima fase di sviluppo. Abbiamo fatto grandi passi insieme: di lì a poco la personalità del brand è infatti esplosa. Abbiamo improntato la loro comunicazione sui valori della famiglia e lo abbiamo fatto attraverso uno stile grafico illustrato originale per raccontare l’autenticità del target, l’attenzione verso la mamma, il bambino, i giovani, l’uomo e i nonni”. Una volta individuata la cifra, il glifo di Acqua & Sapone, la strada era ormai segnata, anzi indicava di ampliare l’offerta del brand.

Il segno, il tratto è importante – puntualizza Daniela Di Cosmo – e così abbiamo spostato il focus sui momenti fondamentali che si trascorrono in famiglia. Uno fra tutti il momento della tavola.

“Attraverso la testimonianza della chef Anna Moroni, abbiamo costruito uno storytelling fatto di ricette ad hoc che raccontano la famiglia italiana a tavola”. In particolare, è stato sviluppato il tema della donna nel definire la brand identity di Eudorex, specialista della pulizia individuale e collettiva: “Abbiamo voluto – precisa la manager – che l’immagine aziendale fosse rappresentata attraverso la ‘segmentazione’ visiva del target Eudorex: una donna, almeno tre anime, come quelle della gamma di prodotti di pulizia per la persona, la casa e gli spazi comuni. Soffce, Pannopell e Eudorex Pro sono infatti i tre brand di prodotto presenti sugli scaffali del mass market con le creatività ideate dalla nostra agenzia”.

Partire dallo scaffale per sviluppare una comunicazione organica e coerente

Le strategie di branding, il packaging e le attività di promo communication messe a punto da Daniela Di Cosmo Adv sfruttano il potenziale offerto dall’omnicanalità, utilizzando i canali tradizionali conditi da quelli digitali non solo come luogo per elaborare contenuti e raggiungere obiettivi di business, ma anche come spazio dove attrarre il cliente con l’immagine e le caratteristiche dei propri prodotti, garantendo inoltre un servizio preciso e la cura del cliente anche post vendita.

Ideare un’attività di engagement a partire dallo scaffale, come conferma la case history del concorso a premi ‘Casa Dolce Casa’ ideato per il brand Regina – aggiunge Di Cosmo – significa lavorare in modo organico e coerente su tutta la filiera di comunicazione: dal design del prodotto a scaffale, fino alla consegna dei premi. Raccontiamo l’attività, il brand ma anche l’azienda che c’è dietro: un corpo unico che si declina dall’offline al web, passando per le attività instore, fino alla cura del consumatore finale.

Le caratteristiche che deve possedere una strategia di cross communication devono ricondurre a un unico obiettivo: targettizzazione, misurabilità e capacità nel costruire solide relazioni”. Non sappiamo se “la bellezza salverà il mondo”, come diceva il principe Myškin in “L’idiota” di Dostoevskij, ma sicuramente la bellezza risulta fondamentale per la buona riuscita delle campagne di comunicazione: “L’attitudine estetica – conferma Di Cosmo – si rivela fondamentale nelle nostre attività sul campo, dalla progettazione del packaging di prodotto a quella di allestimenti sul punto di vendita. In molti casi ci siamo lasciati ispirare da quell’aura dannunziana che aleggia sui locali della mia agenzia. Infatti non solo il Vate era pescarese, ma è stato anche pubblicitario ante litteram (fu lui a ideare il nome «La Rinascente», per citare solo un esempio), ma soprattutto la mia agenzia è uno spin off architettonico della sua casa natale, oggi museo. Nel 2005 ho insediato il nostro headquarter in uno stabile che si aff accia sul cortile della casa-museo del poeta; dal 2006 ne ho anche adottato il ‘giardino letterario’, con le rose, i mirti, l’ulivo e tutte le essenze care al poeta, che faccio manutenere e ripiantumare ogni stagione”. D’altronde, che l’universo di Daniela Di Cosmo s’incontrasse con quello dannunziano è circostanza che pare rispondere alla legge di necessità: come ama sottolineare la titolare dell’agenzia pescarese, “oggi più che mai i mercati si configurano come delle gigantesche conversazioni, dove il piacere del bello e l’essenza del beneficio fanno da padrone”.

Alberto Gerosa

Alberto Gerosa (Milano, 1974) è giornalista, slavista e soprattutto collezionista. Non solo di penne stilografiche e vecchi libri illustrati ma anche e soprattutto di esperienze. L’elenco di queste ultime è stato piacevolmente allungato dalle trasferte per conto di Promotion, da Barcellona ad Amsterdam passando per Disneyland alla scoperta degli arcani della fidelizzazione.