Banner Eurodisplay

Gli italiani sono più orientati all’acquisto di prodotti sostenibili

Il 60% degli italiani nel mese di dicembre ha dichiarato di scegliere brand e prodotti che rispettino l’ambiente, mentre il 48% si dice disposto a pagare di più per acquistare prodotti sostenibili; il 43% inoltre ha notato un aumento nei prezzi dei prodotti alimentari rispetto al mese precedente, mentre il 23% ha riscontrato un calo nelle promozioni; queste sono alcune delle evidenze dell’indagine Nielsen Covid Sentiment Tracking, una survey online condotta in 7 mercati europei (Regno Unito, Germania, Francia, Italia, Spagna, Svezia e Russia) tra il 7 e il 12 dicembre su un campione di 1.000 rispondenti.

Dalla ricerca emerge anche che l’86% degli italiani dichiara che non viaggerà all’interno del paese durante le vacanze di Natale, mentre l’80% afferma che non si sposterà per raggiungere parenti a amici durante le feste. Rispetto ai consumatori residenti nei principali paesi dell’Europa occidentale, gli italiani sembrano essere i più preoccupati riguardo alla pandemia: il 64% dichiara infatti di informarsi sul virus più volte al giorno, una percentuale doppia rispetto alla Francia (30%) e decisamente più alta di Regno Unito (40%), Spagna (56%) e Germania (55%).

“Nonostante le campagne di vaccinazione siano già iniziate in alcuni paesi – ha dichiarato Chiara Magelli, consumer insight leader di Nielsen in Italia – la maggioranza degli italiani (più dell’80%) non crede che la pandemia verrà sconfitta nei prossimi 6 mesi, mentre 4 persone su 10 ritengono che occorra più di un anno per contrastare la diffusione del virus in Europa. Questo ci spinge quindi ad affermare che l’attitudine al risparmio si confermerà anche nel 2021, mentre spese mediche, acquisti per la casa e prodotti di largo consumo continueranno a essere il focus principale dei consumatori. La pandemia ha provocato cambiamenti sostanziali nel largo consumo: per alcuni prodotti è stato necessario un riposizionamento, altri hanno beneficiato di nuove occasioni di consumo at home, mentre altri ancora hanno semplicemente visto aumentare le proprie vendite a fronte di una domanda più elevata. La pandemia non ha tuttavia invertito la tendenza di alcuni trend già in analisi, come quello di consumi più responsabili e preferenza maggiore verso prodotti sostenibili. Nonostante la difficoltà del periodo, gli italiani si dimostrano comunque attenti agli interessi della società” .

Comments are closed.