NewsInternet e nuovi device
protagonisti del mercato

Redazione24/10/2013
https://www.promotionmagazine.it/wp/wp-content/uploads/2013/10/digital_art-1024x640.jpg

Crescono del 10% rispetto al 2012 i mercati digitali consumer in Italia. E’ questo il dato più significativo emerso dalla ricerca dell’Osservatorio Smau – School of Management Politecnico di Milano – presentato in occasione di Smau Milano 2013. I mercati rivolti al consumatore finale, basati su piattaforme digitali (pc/tablet, sofa-tv digitali, mobile) superano attualmente quota 17,1 miliardi di euro, suddivisi in tre comparti ecommerce, pubblicità su canali digitali e contenuti/servizi digitali.

Ecommerce in costante crescita

L’ecommerce B2c, inteso come il valore degli acquisti online da parte dei consumatori italiani, nel 2013 sfiora i 10 miliardi di Euro, in crescita del 14% rispetto ai valori consuntivi del 2012, arrivando a pesare il 3% circa delle vendite di beni e servizi generali. La quasi totalità del mercato  è rappresentata dall’acquisto di prodotti e servizi non digitali tramite pc o tablet, che includono anche gli ottimi risultati delle iniziative che vendono coupon (+22% sul 2012). Continua a pesare significativamente l’acquisto di servizi (i due terzi del mercato), trainato anche nel 2013 dal turismo che, da solo, genera il 50% circa dell’ecommerce su pc e tablet nel nostro paese. Crescono comunque bene quasi tutti i settori merceologici con punte superiori al +30% nel caso dell’abbigliamento
Pur con un valore assoluto ancora limitato, cresce in maniera significativa (circa 2,5 volte il valore dello scorso anno) l’acquisto di prodotti e servizi attraverso cellulari. Nel 2013 il valore supera i 330 milioni di euro, prevalentemente grazie ai biglietti per il trasporto (sia aereo che ferroviario) e alle vendite a tempo (ovvero le vendite di prodotti di brand molto noti, prevalentemente in ambito fashion, in campagne della durata di pochi giorni).

Pubblicità su canali digitali

La pubblicità su canali digitali si attesta intorno ai 2 miliardi di euro, in crescita del 7% rispetto al 2012, per effetto di dinamiche molto differenti tra i diversi canali. Si tratta comunque di un dato molto positivo, alla luce dell’andamento del mercato pubblicitario sui canali tradizionali in calo complessivamente di circa il 15%. La pubblicità su pc e tablet vale circa 1,3 miliardi di Euro, in crescita del 4% rispetto al 2012 e cresce anche la pubblicità su dispositivi mobile che arriva a toccare quota 200 milioni di euro e a valere il 10% del mercato pubblicitario digitale.

Contenuti e servizi digitali

Circa il 30% del valore dei mercati digitali è rappresentato dalla spesa dei consumatori per acquistare contenuti e servizi digitali a pagamento, in crescita del 6% rispetto al 2012. Contenuti e servizi digitali su pc e tablet crescono del 9%, per un valore complessivo di oltre 1,2 miliardi di euro, trainati come sempre dai giochi e dalle scommesse su Internet, ma ciò che colpisce è il settore mobile: si arriva a sfiorare i 650 milioni di euro grazie alla continua crescita delle applicazioni – ed in particolare dei giochi – con tassi analoghi a quelli degli ultimi due anni e l’esplosione dei giochi regolamentati con vincita in denaro (che triplicano il proprio valore, passando dal 3% del 2012 a circa il 10% del mercato contenuti mobile nel 2013).

 “La diffusione di smartphone, smart tv e tablet sta esplodendo – afferma Andrea Rangone, coordinatore degli Osservatori della School of Management del Politecnico di Milano. “Le stime per il 2013 sul mercato italiano parlano di circa 37 milioni di smartphone in circolazione, 4,6 milioni di smart tv e 7,5 milioni di tablet che cresceranno rispettivamente a oltre 50 milioni, 12 milioni e 15 milioni nel corso del 2015”.