Dal mercatoRetailConsignor supporta la digital transformation dei retailer con il software di Scandit

Redazione06/04/2021
https://www.promotionmagazine.it/wp/wp-content/uploads/2021/03/foto-consignor.jpg

Scandit, società specializzata nelle soluzioni enterprise di mobile computer vision e realtà aumentata, ha annunciato che Consignor, la piattaforma di spedizioni multicarrier, ha integrato il Barcode Scanner Sdk di Scandit nella sua nuova Scan App Pro, per consentire una scansione veloce e affidabile.

Con più di 10.000 clienti, Consignor supporta le esigenze dei retailer che cercano di spedire, tracciare, scansionare, ricevere, restituire e analizzare tutti i tipi di spedizioni, sia a livello nazionale che internazionale. Tra i retailer e i produttori che lavorano con Consignor per creare customer experience più fluide ci sono Harvey Nichols, SuperDry, Oj Electronics, Somfy, Total Label Usa e Bilka.dk.

Scan App Pro è un’applicazione nativa per smartphone che può essere l’alternativa a uno scanner portatile dedicato per scansionare le etichette, raccogliere e caricare i dati sulla piattaforma di Consignor. I colli vengono scansionati all’uscita dal magazzino e alla consegna, e il corriere usa l’app per caricare la conferma della consegna indicando l’ora.

Essendo una versione migliorata della precedente Scan App, supporta funzioni aggiuntive come la capacità di generare un codice di ritiro in modo che i clienti possano ritirare i loro ordini. Tutti i dati sono visibili nel portale del mittente, dove le notifiche possono essere configurate in modo che i consumatori possano ottenere aggiornamenti sullo stato della loro spedizione, in modo da non dover contattare il retailer.

“Il Barcode Scanning di Scandit – ha detto Mattias Gredenhag, Cto di Consignor – ci ha fornito la piattaforma solida di cui abbiamo bisogno per portare avanti l’innovazione del nostro prodotto e aiutare i nostri clienti a soddisfare le aspettative dei consumatori finali in un modo più digitalizzato. La pandemia da Coronavirus ha accelerato molti cambiamenti nel retail e nello shopping, dato che le aziende hanno dovuto utilizzare piattaforme digitali per ridurre i touchpoint con i clienti ed espandere e semplificare servizi come il click-and-collect negli store fisici. Poiché la domanda di consegna a domicilio è aumentata, abbiamo anche visto l’emergere di nuovi corrieri sul mercato che sono alla ricerca di partner tecnologici per sostenere le loro operazioni. In un mercato così diversificato, era essenziale per noi avere uno strumento che fosse veloce e completo”.

Redazione