Dal mercatoPomodori a gennaio? La nuova campagna di Cortilia sensibilizza sulla spesa sostenibile

Redazione15/09/2021
https://www.promotionmagazine.it/wp/wp-content/uploads/2021/09/Schermata-2021-09-14-alle-09.24.17.png

Non comprateci sempre”, seguito dalla postilla “solo ogni volta che volete una spesa buona”, è il claim della nuova campagna istituzionale multicanale di Cortilia, che invita provocatoriamente a riflettere sulle scelte alimentari e di acquisto, su quanto esse siano in linea con il rispetto dell’ambiente e su quanto ciò possa essere a volte una sfida anche per il consumatore più attento: per esempio, come si legge nel manifesto relativo alla campagna, c’è chi decide di comprare formaggio da una baita a impatto zero e per farlo consuma litri di benzina per raggiungerla.

“Essere sempre responsabili – ha sottolineato Marco Porcaro, fondatore e ceo di Cortilia – non è semplice: ognuno di noi ha dei comportamenti contraddittori, ma a volte la soluzione è più vicina di quanto pensiamo. Nel manifesto ci rivolgiamo alle persone che decidono di essere sostenibili e di voler bene alla comunità con tante piccole scelte ogni giorno, che messe insieme possono fare la differenza”.

Per indagare le scelte sostenibili dei propri clienti, l’ecommerce di prodotti freschi a filiera corta ha anche realizzato un’indagine (coinvolgendo 1.200 clienti) chiedendo loro di autovalutare il proprio stile di vita: il 36% ha dichiarato di avere uno stile di vita molto sostenibile attribuendosi, in media, un punteggio di 8.1, in una scala da 1 a 10.
Alcuni risultati fanno però pensare che ci sia ancora strada da fare per diffondere unanimemente comportamenti sostenibili: il 35% infatti ha affermato di mangiare frutta o verdura fuori stagione e 1 intervistato su 3 ha dichiarato di ricorrere a volte alla raccolta indifferenziata perché non sa come smaltire correttamente alcuni rifiuti.

Segnali incoraggianti arrivano invece dall’attitudine dei clienti Cortilia nei confronti dello spreco alimentare: il 77% degli intervistati riutilizza spesso gli avanzi per creare nuovi piatti e il 62% non butta mai o butta raramente alimenti perché non consumati entro la data di scadenza.

Redazione