Banner Eurodisplay

L’Osservatorio Fedeltà ha celebrato
i 15 anni del suo Convegno

Venerdì 30 ottobre, all’Auditorium Polifunzionale del Campus di via Langhirano, si è svolto il convegno dell’Osservatorio Fedeltà del dipartimento di Economia dell’Università di Parma. L’evento ha celebrato 15 anni di attività, ed è stata un’occasione di riflessione sugli sviluppi futuri del loyalty marketing e del crm.

Il Convegno, realizzato grazie al sostegno di Brand Loyalty, Catalina, Comarch, Dunnhumby, Payback, Klikkapromo-Pazzi per le offerte, Promotion Magazine e Valassis, ha fatto registrare la partecipazione di 500 manager d’industria, distribuzione e servizi. La giornata si è aperta con la proiezione di un video realizzato dagli studenti del corso di Marketing relazionale della Laurea Magistrale in Trade marketing e Strategie commerciali dell’ateneo di Parma, che sono stati protagonisti dell’organizzazione dell’evento. Il filmato – disponibile ora su YouTube – ha ripercorso le 15 edizioni del Convegno, gli argomenti trattati e i protagonisti, presentando i numeri raggiunti dall’evento dal 1999 a oggi: 2.500 partecipanti da 850 aziende, 110 relatori, 43 pubblicazioni scientifiche frutto delle ricerche dell’Osservatorio, 4 libri, 18 aziende sponsor, 325 studenti coinvolti nell’organizzazione dell’evento, 85 laureati sui temi della fidelizzazione della clientela.

Le relazioni della mattinata, tenute da Ipsos Loyalty e Dunnhumby, hanno ripercorso come sono cambiate in 15 anni le strategie di fidelizzazione della clientela, gli strumenti e gli analytic, mentre le  testimonianze dei “pionieri” che hanno fatto la storia della fidelizzazione in Italia, tra i quali Mulino Bianco, Carrefour e Sma, hanno evidenziato le lezioni che si possono trarre dai successi e dagli insuccessi del passato.

Cristina Ziliani, responsabile scientifico dell’Osservatorio Fedeltà, e Marco Ieva dell’Osservatorio hanno presentato nel pomeriggio due ricerche: la “Mappa degli italiani” per quanto riguarda la soddisfazione per i programmi loyalty e l’utilizzo dei loro strumenti, realizzata grazie alla collaborazione con Nielsen, e la “Mappa delle imprese italiane” per quanto riguarda il grado di sviluppo delle attività di crm, realizzata tramite un’indagine campionaria sulle aziende del nostro paese.

I risultati delle ricerche dell’Osservatorio aiuteranno i manager a rispondere agli interrogativi che si pongono oggi sulla fedeltà del cliente, in uno scenario che sta subendo una vera rivoluzione, trainata dal mobile, tema al quale è stata dedicata la tavola rotonda del pomeriggio con i protagonisti innovativi del settore: Comarch, Payback, Klikkapromo-Pazzi per le Offerte e Valassis.

Lo spirito di celebrazione del cammino percorso insieme in quindici anni è stato coronato dalla consegna di alcuni riconoscimenti. Quattro manager sono stati premiati in qualità di “Pionieri del loyalty marketing” poiché sono stati tra i primi a introdurre in Italia logiche e strumenti di fidelizzazione della clientela, e hanno animato le prime edizioni del convegno dell’Osservatorio: Michele Fioroni,  ceo di V-Mix e assessore allo Sviluppo economico e Marketing territoriale del Comune di Perugia; Marco Metti, customer marketing & e-commerce manager di Prénatal; Giorgio Santambrogio, amministratore delegato di Gruppo Végé; Roberto Stanco, direttore marketing del gruppo Carrefour.

Hanno ricevuto il premio di “Partner”, per il sostegno e il continuo dialogo intessuto con l’Osservatorio in questi anni, le aziende Barilla, Brand Loyalty, Catalina e Nielsen. Il medesimo riconoscimento di “Partner” è stato conferito anche a Daniele Cazzani, responsabile marketing e comunicazione di Vera, Andrea Demodena, direttore responsabile di Promotion Magazine, Pietro De Nardis, board director di BeMyEye e Doveconviene, Filippo Genzini, partner di Around Marketing e Ad Mirabilia, Antonio Votino, chief business division Loyalty and Direct marketing in IcTeam, e a Silvia Bellini e Gianpiero Lugli, docenti dell’Università di Parma.

Infine, il Convegno è stato l’occasione per rintracciare i laureati del dipartimento di Economia di Parma che hanno discusso una tesi nell’ambito del loyalty marketing e del crm negli ultimi 15 anni e per individuarne alcuni che si sono particolarmente distinti per la carriera intrapresa. A loro è stato conferito il premio di “Alumni dell’Osservatorio”: Maurizio Alberti (laureato nel 2002), managing director di Italy Teradata Marketing Applications; Gianfranco Delfini (laureato nel 1998), direttore marketing di Salumifici Fratelli Veroni; Marco Gandolfi (laureato nel 1998), international key account manager di Food Service Products Barilla; Roberta Mincione (laureata nel 2000) e Stefania Ranieri (laureata nel 2002), entrambe customer manager di Conad Italia.

Comments are closed.