Nuovi confini delineano il loyalty management

Molteplici temi impatteranno sulle pratiche di fidelizzazione, dall’omnicanalità che si conferma un volano per arricchire il rapporto con la clientela, fino ad arrivare a fenomeni di attualità, come l’effetto dell’inflazione sulla capacità d’acquisto dei consumatori. Da considerare nella pianificazione delle strategie di loyalty anche le ultime novità nel campo dei pagamenti, dei retail media, della sostenibilità e di quanto attiene a metaverso e nft. Mai come quest’anno sono numerosi i fenomeni che si intrecciano con...

Per quasi 4 manager su 10 il programma fedeltà è un costo

Secondo l’ultima indagine dell’Osservatorio Fedeltà il 38% dei vertici aziendali che utilizza un loyalty program lo considera un centro di costo. La percentuale di chi non lo considera un centro di profitto cresce ulteriormente tra chi è intenzionato comunque a crearlo ex novo, nonostante la comprovata capacità di questo strumento di incrementare il customer lifetime value. Quando si parla di “fare fidelizzazione” non si tratta univocamente di “ridurre l’abbandono”, ovvero di trattenere più clienti rispetto...

Il legame imprescindibile tra retention e sostenibilità

Sono due aspetti che hanno molto in comune, entrambi guardano al futuro con il fine ultimo di far vivere e prosperare l’impresa nel lungo periodo in armonia con dipendenti e i clienti, ma anche in senso più ampio, includendo l’ambiente naturale, gli investitori e il tessuto sociale.  I programmi fedeltà possono svolgere un ruolo essenziale a questo scopo. Il 2022 è chiamato da molti l’anno “del grande pivot”, ovvero l’anno in cui le aziende hanno...

Prospettive di crescita per il mercato della loyalty

Dopo aver analizzato nel numero scorso di Promotion il punto di vista dei brand, la ricerca Dell’Osservatorio Fedeltà si sofferma sui dati raccolti dai fornitori di servizi e prodotti per la loyalty e il crm che guardano con ottimismo al 2022, prevedendo un aumento degli investimenti con i programmi fedeltà sempre al primo posto. La fedeltà e la relazione con il cliente sono ormai una priorità per le aziende italiane: nel corso di questi due...

La priorità per le aziende è l’engagement del cliente

La nuova ricerca dell’osservatorio fedeltà, che ha coinvolto brand e fornitori di servizi e prodotti per la loyalty, evidenzia le differenze strategiche tra chi possiede un programma loyalty e chi no. Generalizzata la necessità di fidelizzare e l’intenzione di aumentare gli investimenti in loyalty management e digital marketing. Che relazione c’è tra loyalty management e digital marketing? Sono due strategie e due funzioni separate, in azienda? Si parlano, ma non lavorano in sinergia? Oppure l’azienda...

Accelera la convergenza tra mondo digital e area loyalty

Il patrimonio di esperienze e di ricerca accumulate da oltre trent’anni sul fronte della fidelizzazione è una risorsa cui attingere per impostare scambi di valore sempre più efficaci con clienti disposti a fornire i propri dati a fronte di benefit e reward e giustifica uno spostamento di budget dal digital advertising al programma loyalty. Il 79% dei consumatori preferirebbe che le marche li bersagliassero meno con pubblicità su Facebook e investissero di più per ricompensarli...

Per le aziende la crisi si potrà superare solo migliorando la relazione con i clienti

Oltre la metà dei brand e dei retailer che hanno partecipato all’indagine dell’Osservatorio Fedeltà UniPr 2020 considera la fedeltà il driver della ripartenza e investirà di più nelle strategie di loyalty e crm e in marketing e comunicazione Mai come quest’anno abbiamo atteso i risultati dell’indagine annuale sulle imprese italiane e le strategie di loyalty, che l’Osservatorio Fedeltà conduce ormai da vent’anni. I fenomeni nuovi portati dalla pandemia, come l’attenzione all’igiene e alla salute, la...

Programmi fedeltà, touchpoint e crm sono indispensabili alla ripresa

Le soluzioni per analizzare la situazione e per agire ai fini della retention dei clienti nuovi, del re-engagement dei clienti abituali e del win-back dei clienti persi, ci sono, ma vanno utilizzati, come mai prima d’ora. Circa 6,7 milioni di famiglie hanno dichiarato di aver modificato la scelta dell’insegna per la spesa alimentare nei tre mesi successivi al lockdown: si tratta del 27% delle famiglie italiane. È quanto emerge dall’indagine appena conclusa dell’Osservatorio Fedeltà sul...

Il programma fedeltà è una bussola per uscire dalla crisi

L’esempio delle compagnie aeree, che pur avendo subito un tracollo delle prenotazioni dei voli durante l’emergenza mondiale sono riuscite a mantenere il legame con i consumatori avvalendosi del sistema di crm costruito con i loro programmi fedeltà, può essere esteso a molti altri business. “Ciò che era ovvio, automatico, scontato non lo è più”. Così potrebbe riassumersi l’impatto della pandemia, e del lockdown in particolare, sia sulla vita dell’individuo sia nei processi decisionali delle imprese....

L’emergenza Covid-19 è il banco di prova della fedeltà

In queste settimane tragiche ed eccezionali per il nostro paese, il pensiero dei manager va alla riorganizzazione del lavoro, al taglio di quanto non necessario, alla stima dell’impatto dell’epidemia sulle vendite. I sondaggi, che appaiono sempre più numerosi, indicano che le aziende italiane stanno registrando impatti negativi immediati (76%), in particolare sulla domanda interna di prodotti e servizi; quasi la metà (45%) del campione di uno studio Doxa (Bva Doxa, 16 marzo) ritiene che dovrà...