https://www.promotionmagazine.it/wp/wp-content/uploads/2021/03/lockdown.jpg

Secondo l’indagine dell’Osservatorio Fedeltà UniPr 2020, durante la pandemia oltre un quarto delle famiglie italiane ha scelto una nuova insegna perché il punto di vendita è più vicino a casa o di strada, offre maggiore convenienza economica o è meno affollato, trasmette maggiore sicurezza e offre servizi di home delivery o click & collect. Punto di vendita, personale e volantino cartaceo rimangono i touchpoint principali L’arrivo della pandemia e il lockdown di marzo hanno cambiato...

https://www.promotionmagazine.it/wp/wp-content/uploads/2020/12/shopping-1280x720.jpg

Oltre la metà dei brand e dei retailer che hanno partecipato all’indagine dell’Osservatorio Fedeltà UniPr 2020 considera la fedeltà il driver della ripartenza e investirà di più nelle strategie di loyalty e crm e in marketing e comunicazione Mai come quest’anno abbiamo atteso i risultati dell’indagine annuale sulle imprese italiane e le strategie di loyalty, che l’Osservatorio Fedeltà conduce ormai da vent’anni. I fenomeni nuovi portati dalla pandemia, come l’attenzione all’igiene e alla salute, la...

https://www.promotionmagazine.it/wp/wp-content/uploads/2020/06/pexels-photo-1005638.jpeg

Le soluzioni per analizzare la situazione e per agire ai fini della retention dei clienti nuovi, del re-engagement dei clienti abituali e del win-back dei clienti persi, ci sono, ma vanno utilizzati, come mai prima d’ora. Circa 6,7 milioni di famiglie hanno dichiarato di aver modificato la scelta dell’insegna per la spesa alimentare nei tre mesi successivi al lockdown: si tratta del 27% delle famiglie italiane. È quanto emerge dall’indagine appena conclusa dell’Osservatorio Fedeltà sul...

https://www.promotionmagazine.it/wp/wp-content/uploads/2020/07/compagnie-aeree-1280x720.jpg

L’esempio delle compagnie aeree, che pur avendo subito un tracollo delle prenotazioni dei voli durante l’emergenza mondiale sono riuscite a mantenere il legame con i consumatori avvalendosi del sistema di crm costruito con i loro programmi fedeltà, può essere esteso a molti altri business. “Ciò che era ovvio, automatico, scontato non lo è più”. Così potrebbe riassumersi l’impatto della pandemia, e del lockdown in particolare, sia sulla vita dell’individuo sia nei processi decisionali delle imprese....

https://www.promotionmagazine.it/wp/wp-content/uploads/2020/04/ZILIANI-EVIDENZA_2-636x720.jpg

In queste settimane tragiche ed eccezionali per il nostro paese, il pensiero dei manager va alla riorganizzazione del lavoro, al taglio di quanto non necessario, alla stima dell’impatto dell’epidemia sulle vendite. I sondaggi, che appaiono sempre più numerosi, indicano che le aziende italiane stanno registrando impatti negativi immediati (76%), in particolare sulla domanda interna di prodotti e servizi; quasi la metà (45%) del campione di uno studio Doxa (Bva Doxa, 16 marzo) ritiene che dovrà...

https://www.promotionmagazine.it/wp/wp-content/uploads/2019/11/RIDER.jpg

Sulla scia di Netflix, Spotify, Apple e Amazon si moltiplicano, anche grazie alla diffusione dell’ecommerce e ai progressi nei sistemi di pagamento e di billing ricorrente, nuove forme di abbonamento che offrono servizi e forniture di prodotti ai sottoscrittori, generando fedeltà e retention alla stregua dei programmi fedeltà a pagamento Vi ricordate il lattaio che passava con l’Apecar a lasciare il latte tutti i giorni? È stata la nostra prima esperienza di subscription: calda, semplice,...

https://www.promotionmagazine.it/wp/wp-content/uploads/2014/04/ieva.jpg

In Italia più della metà delle aziende è in grado di leggere i dati storici di cliente per fare ipotesi su come soddisfarne i bisogni, ma pochissimi utilizzano strumenti predittivi. All’estero, intanto, sono già molti i casi di creazione di valore con i dati I dati ci sono, ma come ricavarne valore? Questa è la domanda che tutti si fanno. Quelli che i dati li raccolgono – oltre il 90% delle aziende, tra diversi settori,...

https://www.promotionmagazine.it/wp/wp-content/uploads/2019/07/IEVAPM182_1.jpg

I cambiamenti dei loyalty program registrati dall’Osservatorio Fedeltà dell’Università di Parma denotano la volontà di aumentarne il tasso di penetrazione sia per incrementare le vendite sia per allargare la base dei dati disponibili sui comportamenti d’acquisto della clientela L’Osservatorio Fedeltà dell’Università di Parma, nel monitoraggio di quello che sta accadendo nel mondo del loyalty management, rileva i trend dello scenario internazionale. Tra questi si riscontra una crescente attenzione, da parte delle aziende, per il redesign...

https://www.promotionmagazine.it/wp/wp-content/uploads/2018/09/IEVA177_1.jpg

Una necessità che nasce da una serie di studi dell’Osservatorio Fedeltà UniPr su come gli italiani sono esposti ai touchpoint delle aziende di cui sono clienti e su come percepiscono, dal punto di vista emotivo, questi touchpoint Da due anni l’Osservatorio Fedeltà ha iniziato a studiare in che modo gli italiani incontrano i brand e le aziende attraverso i diversi touchpoint, ovvero i vari punti di contatto che si offrono al cliente nel viaggio non...

https://www.promotionmagazine.it/wp/wp-content/uploads/2017/12/shopping-centre-1003650_640.jpg

Nella corsa a rendere “omni” channel l’azienda e i suoi brand, il loyalty marketing rischia di venire incorporato alla fine, quando invece si dovrebbe partire da quanto l’azienda ha già costruito per fare loyalty e crm, e fondare su questo il percorso verso l’omnicanalità. Oggi non si parla che di omnicanalità. È il nuovo sacro graal per essere competitivi, la via per la retention dei clienti e la profittabilità. Le shopping journey dei consumatori sono...